Una Giornata per non dimenticare.

  • 0

Una Giornata per non dimenticare.

26 gennaio 2017, ore 14 – 17,30
Como, Sala degli Stemmi i di Palazzo Cernezzi
Una Giornata per non dimenticare.

Presentazione dell’iniziativa da parte di Matteo Mandressi, Segretario Generale della Cgil – Funzione Pubblica di Como
Ore 14.00 Il Professor Vincenzo Guarracino presenta il Libro “Tanto tu torni sempre. Ines Figini una vita oltre il Lager”.
Ore 14.20 Testimonianza diretta di Ines Figini, operaia comasca della ex-tintoria comense, ex-deportata nel campo di sterminio
di Auschwitz.
Ore 14.30 Saluto del Sindaco Dott. Mario Lucini.
Ore 14.40 Proiezione del film Buchenwald presentato da Gabriele Fontana, ricercatore presso l’Istituto Perretta di Como.
Ore 16.00 Intervento dell’on. Renzo Pigni, in rappresentanza dell’Anpi
Provinciale di Como.
0re 16.10 Intervento del Segretario Generale della Camera del lavoro Cgil di Como Giacomo Licata.
Ore 16.20 Concerto Musicale della Band “Musica Spiccia-Il Baule Dei Suoni”.
Ore 17.00 rinfresco preparato e servito dagli allievi del Cfp di Monteolimpino.

Nel Cortile di Palazzo Cernezzi, a partire dalle ore 8.30 per tutta la giornata sarà allestita la Mostra “Scioperi Sindacali Del 1944 A Como” a cura dell’Istituto Perretta.

Organizzano: i delegati della Rsu del Comune di Como


  • 0

Scampoli. La Resistenza brembana tra spontaneità e organizzazione di Gabriele Fontana

22   novembre  2016, ore 17

Como, Istituto di Storia Contemporanea “P.A. Perretta”

Presentazione del libro
Scampoli. La Resistenza brembana tra spontaneità e organizzazione di Gabriele Fontana

Oltre all’autore sarà presente Elisabetta Ruffini (direttore Istituto bergamasco per la storia della Resistenza e dell’età contemporanea)

<<Il libro di Gabriele Fontana sulla Resistenza nelle valli tra il lecchese e il bergamasco, oltre ad essere un’attenta e minuziosa ricerca documentaria negli archivi, condotta con un senso acuto della responsabilità di non lasciare zone inesplorate o spazi trascurati, ha un merito che a mio avviso merita di essere sottolineato, quello della conoscenza, e quindi dell’illustrazione, del territorio in cui quella ormai lontana storia ebbe a verificarsi. Pochi ricercatori, come Fontana e i suoi preziosi collaboratori – Rosa Bresciani e Patrizio Daina –, conoscono la “geografia” della zona: verrebbe da dire che prima ancora delle doti di buoni ricercatori hanno messo a frutto anni di appassionata frequentazione dell’ambiente, imparando a conoscerne ogni particolare, i sentieri e i valichi, i pascoli e i boschi, il mutare delle stagioni, l’imprevedibile andamento del clima.>>


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra, clicca qui per maggiori informazioni.

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o claccando su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi