Giorno della Memoria 2022: Il mondo del lavoro contro il nazifascismo e per la pace

  • 0

Giorno della Memoria 2022: Il mondo del lavoro contro il nazifascismo e per la pace

Il video dell’incontro organizzato dalla Biblioteca Comunale Paolo Borsellino di Como, l’Istituto di Storia Contemporanea “P.A. Perretta” e il Centro Filippo Buonarroti di Milano, in occasione del Giorno della Memoria 2022.

Il mondo del lavoro contro il nazifascismo e per la pace.

Con Giuseppe Calzati (Istituto di Storia Contemporanea “P.A. Perretta”, Como) e Antonio Barberini (Centro Filippo Buonarroti, Milano).

Introduce: Patrizia Di Giuseppe

#giornodellamemoria2022

https://www.youtube.com/watch?v=VFyAVdrYY-w


  • 0

In occasione del Giorno della Memoria22 gennaio 2022 – 26 febbraio 2022

Como, Biblioteca Comunale “Paolo Borsellino”

Mostra Resistenza operaia a Berlino 1942-1945

Nel 1942, dopo la dura repressione della Rote Kappelle, Anton Saefkow e Franz Jacob Intensificarono i loro sforzi per riorganizzarsi. Insieme a Bernhard Bastlein riuscirono a costruire un organizzazione di resistenza ben ramificata conquistando compagni di lotta nelle fabbriche di Berlino, tra i soldati tedeschi, i prigionieri di guerra e i lavoratori coatti. Formarono una rete di resistenza che abbracciò oppositori al regime di diverso orientamento politico e ideale.

Organizzano: Comune di Como, Biblioteca Comunale “Paolo Borsellino”, Istituto di Storia Contemporanea “P.A. Perretta”, Centro Filippo Buonarroti Milano.Entrata libera, secondo le indicazioni sanitarie correnti.

#giornodellamemoria#resistenza#movimentooperaio#berlino


  • 0

Giorno della Memoria: Con le fabbriche, dalle lotte operaie alla libertà

27 gennaio, Giornata della Memoria.
Mostra didattica “Con le fabbriche, dalle lotte operaie alla libertà”, illustrata da Giuseppe Calzati, presidente dell’Istituto di storia contemporanea Pier Amato Perretta.
La mostra ricorda gli scioperi contro il fascismo e la guerra, organizzati nel mese di marzo del 1944, e documenta il coinvolgimento di operai delle fabbriche comasche. In pochi fecero ritorno dai campi di concentramento nazisti.
Istituto di Storia Contemporanea “P.A. Perretta”
9fb242dd-e6e1-4f45-9d63-a6d1c7560609

  • 0

Un morto ogni tanto

6 giugno 2019, ore 21

Presentazione del libro Un morto ogni tanto, la mia battaglia contro la mafia invisibile di Paolo Borrometi

Intervengono: Paolo Borrometi, Alessia Roversi, Giorgia Graziano

Organizzano: Biblioteca comunale “Paolo Borsellino” di Como; Istituto di Storia Contemporanea “P.A. Perretta”, Libera Como


  • 0

Sessantotto e dintorni

dal 27 marzo 2018 al 26 maggio 2018

Como, Biblioteca Comunale

Sessantotto e dintorni


Esposizione di fotografie di Attilio Mina e documenti della Biblioteca comunale di Como

 Organizza la Biblioteca Comunale di Como, in collaborazione con l’Istituto di Storia Contemporanea “P.A. Perretta”

Sessantotto e dintorni. Esposizione di fotografie di Attilio Mina e documenti della Biblioteca comunale di Como,
a cura di Chiara Milani

Il 1968 ha segnato un cambiamento epocale, una serie di eventi concomitanti hanno segnato cambiamenti sociali, politici e culturali.
Il fotografo Attilio Mina è stato testimone delle prime manifestazioni di studenti e operai avvenute a Como e a Milano, di eventi culturali spontanei e del teatro in piazza di Dario Fo e Franca Rame.
Le sue fotografie in bianco e nero raccontano di un mondo travolto dalle istanze di modernità che hanno accompagnato il Sessantotto: le baracche e la vita ai margini delle periferie di Milano, le condizioni dei ricoverati negli ospedali psichiatrici e nei ricoveri per anziani, malati terminali, orfani; il sottobosco di chi viveva di espedienti, la vita degli ultimi circensi.
Ad accompagnare l’esposizione fotografica una selezione di riviste, libri e riproduzioni di articoli di giornale su eventi storici significativi della fine degli anni sessanta.
Uno spazio è dedicato al ’68 a Como, attraverso riviste studentesche, articoli di giornale e il ricordo di Campo Urbano, evento organizzato nel 1969 che ha coinvolto pittori, scultori, musicisti, architetti, scrittori e semplici cittadini, che hanno animato con performance ed istallazioni artistiche il centro storico di Como e lo stesso Attilio Mina.


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra, clicca qui per maggiori informazioni.

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o claccando su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi